Loading...
Lavorazioni metalliche su metalli preziosi
info@riccicarlo.com / +39 0131 941828



Carlo Ricci nasce nel 1933 e dopo una intensa fase di apprendistato presso alcune fabbriche di Valenza, nel 1956 decide di avviare l'attività in proprio. Dall'iniziale produzione concentrata su spille ed anelli interamente fatti a mano, grazie alla collaborazione con il ticinese Carlo Veglio, si passa alla produzione di orologi gioielli realizzati con torni e fresatrici. Negli stessi anni vengono realizzate attrezzature ad hoc per la produzione di griffes e castoni ad agganciatura verticale che permettono di realizzare bracciali e collane di grande precisione. Questo tipo di lavorazione a macchina rappresentava ai tempi una novità per la lavorazione dei metalli preziosi e diede l'opportunità alla azienda di crescere e di consolidare il conoscimento della meccanica applicata all'artigianato.Nel 1974 si avviano i primi studi sulla produzione di tubo senza l'impiego della tradizionale anima di rame e iniziano le sperimentazioni sulla possibilità di rendere elastica una lega di oro. Nascono così i bracciali flessibili senza chiusura che si possono indossare sfruttando la torsione elastica che deriva da un particolare trattamento termico dei metalli. Inizia negli stessi anni anche la produzione di collane flessibili sagomate al collo basate sullo stesso principio dei bracciali. Nel 2001, alla vigilia del trasferimento nella nuova sede aziendale in via Mario Nebbia, il fondatore viene a mancare. L'attività viene proseguita dai familiari: la moglie Maria Grazia si occupa di contabilità e della gestione generale, la figlia Paola segue il controllo qualità ed i rapporti con la clientela; il figlio Marco, architetto, sfrutta la sua creatività nello studio e disegno di nuovi prodotti; il figlio Alberto, ingegnere meccanico, prosegue la tradizione paterna per la tecnologia applicata alla gioielleria cercando di migliorare ulteriormente prodotti e sistemi di produzione. Negli ultimi anni la ditta ha acquisito nuovi macchinari con l'obbiettivo di migliorare i processi, inoltre sono state introdotte misure per il miglioramento degli ambienti di lavoro in termini di qualità dell'aria e di sicurezza sul luogo di lavoro. Attualmente la ditta impiega 14 dipendenti tra orefici meccanici e personale amministrativo.